Articoli

Embedded Insurance, Digital Bancassurance, Sharing Economy, Realtà Virtuale, Healthtech: ecco cosa caratterizzerà l’innovazione assicurativa in questo nuovo anno.

Si tornerà a viaggiare per lavoro, ma in modo diverso rispetto a quanto si faceva prima della pandemia.
La digitalizzazione dei processi sarà una delle chiavi per la ripartenza del business travel nel 2022.

Un recupero vero e proprio per il turismo ci sarà nel 2023 o addirittura nel 2024. A differenza di altri settori del made in Italy, quali la moda, il beauty, il design e il wine, che stanno recuperando, il turismo tarderà nella ripresa e ciò a causa

È indispensabile per chi vuole muoversi fuori dall’Italia per lavoro o per svago. Ancor di più dopo la pandemia da Covid-19 l’obiettivo è coprire i rischi quando si è all’estero.

Via ai corridoi turistici Covid free.
Con una recente ordinanza, il ministro della Salute Roberto Speranza istituisce in via sperimentale gli “itinerari turistici controllati”.

Niente sarà più come prima. Lo afferma “Rethinking tourism”, il rapporto pubblicato dall’agenzia di comunicazione e marketing I SAY di Roma: «dopo quasi dieci anni di crescita ininterrotta, il travel & tourism si è trovato a fronteggiare la crisi più grave di sempre.

Il settore dei viaggi business ha subito una forte crisi a causa della pandemia, con una contrazione del fatturato dai 20 miliardi del 2019 ai 7,6 miliardi del 2020.

Il turismo sta pian piano ripartendo, ma c’è un segmento che lo farà prima degli altri: il lusso.

Il settore nautico rivendica il suo ruolo di motore economico delle Isole Baleari in generale e di Maiorca in particolare

In questi giorni i vari paesi stanno varando le proprie strategie per aprire i propri confini nazionali.